Home Beauty & Fashion Gli scienziati statunitensi hanno scoperto la chiave per la cura definitiva della...

Gli scienziati statunitensi hanno scoperto la chiave per la cura definitiva della calvizia

102
0

Grazie a questa scoperta, essere calvo sarà solo una scelta personale

La calvizia è ancora uno dei principali problemi di autostima per gli uomini (e anche per le donne), noto scientificamente come alopecia androgenetica.

Colpisce oltre un miliardo di persone

Solo in Brasile, nella seconda metà del 2018, sono stati identificati circa 42 milioni di calvi, secondo i dati diffusi da SBC (Sociedade Brasileira do Cabelo).

E se pensi che questo sia un disturbo che compare solo con l’età, ti sbagli molto.

Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), il problema raggiunge la metà degli uomini fino a 50 anni.

Le cause vanno dai traumi emotivi alla genetica.

Ma la scienza è instancabile nella ricerca di trattamenti più efficaci per la calvizie.

Tanto che gli scienziati hanno fatto grandi passi avanti nel tentativo di sanare il problema.

Incredibile e rivoluzionario, possiamo dire.

Guarda: usando le cellule staminali, un team di ricercatori è stato in grado di creare un capello dall’aspetto naturale che cresce attraverso la pelle.

I risultati sono stati presentati alla riunione annuale dell’International Society for Stem Cell Research di Los Angeles.

“Si tratta di una svolta importante nello sviluppo di terapie per la perdita dei capelli a base cellulare e nel campo della medicina rigenerativa”, ha affermato Alexey Terskik del Sanford Burnham Prebys Medical Discovery Institute in California.

Con questa scoperta, è possibile che gli uomini calvi ritornino ad avere capelli che sembrano abbastanza naturali.

Per anni, Terskikh studia uno specifico tipo di cellula chiamata papilla dermica, che risiede nel follicolo pilifero e controlla la crescita dei capelli.

Nel 2015, ha fatto la sua prima svolta nella ricerca della cura della calvizie con la crescita dei capelli sotto la pelle del topo.

Ciò è stato ottenuto con la creazione di papille dermiche derivate da cellule staminali pluripotenti umane (iPSC).

Ma il processo doveva essere perfezionato.

Così, Terskikh e il suo team hanno fatto una svolta nella loro ricerca.

Uno scaffold biodegradabile 3D realizzato con lo stesso materiale dei punti solubili è stato sviluppato per controllare la direzione della crescita dei peli e aiutare le cellule staminali a integrarsi nella pelle.

L’esperimento, condotto su topi, è stato un successo.

Il prossimo passo è quello di ricavare la parte epiteliale di un follicolo pilifero da iPSCs umana.

Ora l’aspettativa è di migliorare la vita di milioni di persone che lottano contro la caduta dei capelli.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome

tre × tre =