Home Gli Speciali Maltempo sull’Italia: Marche in Ginocchio, il bilancio è di un morto.

Maltempo sull’Italia: Marche in Ginocchio, il bilancio è di un morto.

399
0
maltempo

Peggio di un Uragano. Le testimonianze del maltempo che ieri pomeriggio ha colpito le Marche provocando purtroppo anche una vittima a Osimo durante la bufera, sono terribili. Dopotutto il vento ha raggiunto i 150km/h, proprio come un Uragano di 1ª Categoria nella scala Saffir-Simpson. I fenomeni estremi con una tempesta di vento, pioggia e grandine, hanno devastato la Riviera del Conero, colpendo in modo particolare Numana e Sirolo, provocando la caduta di numerosi alberi, oltre ad allagamenti e incidenti. Danni alle strutture turistiche sulla costa fanese e sulla Riviera del Conero, mentre ad Ancona sono state decine le persone soccorse per incidenti stradali e forti disagi si sono registrati in tutte le province e nel capoluogo.

Stamattina si registrano danni ingenti a strutture ricettive turistiche della costa adriatica dopo la bufera di pioggia, vento e grandine di ieri pomeriggio. Diversi gli stabilimenti balneari in Abruzzo e nelle Marche dove c’e’ stato il fuggi fuggi di turisti e dove sono volati – a distanza notevole – ombrelloni e lettini, portati via dal vento in alcuni casi in mare, al largo. Spettrali le fotografie odierne (nella gallery a corredo dell’articolo) con ombrelloni e sdraio affondati in acqua.

“La situazione è stata affrontata tempestivamente grazie al lavoro di tecnici, volontari e forze dell’ordine che hanno consentito di uscire dall’emergenza. I danni sono stati ingenti ma la forza di volontà dei numanesi e il rispetto che abbiamo per i turisti ha fatto sì che Numana sia già pronta ad accoglierli e a regalare loro, come sempre, una splendida vacanza”. Così il sindaco di Numana Gianluigi Tombolini su Facebook dopo la tempesta che ieri ha devastato la spiaggia della località marchigiana, provocando danni ingenti a chalet e strutture turistiche.

“Siamo vicini alle comunità marchigiane colpite dal maltempo e siamo in costante contatto con la Protezione civile regionale per monitorare le criticità sul territorio. Più tardi sarò a Numana con il sindaco Gianluigi Tombolini per un sopralluogo“. Lo scrive su Facebook il governatore delle Marche Luca Ceriscioli.

“Grande capacità di reazione all’ondata di maltempo che ieri ha colpito la costa di NUMANA. Incredibilmente i Numanesi sono già pronti ad accogliere i turisti in arrivo. Amici sono con voi! Numana e la sua incredibile NUMANITA’. Tornerò al più presto“. Così su Facebook l’attore comico Marco Marzocca esprime la sua solidarietà al Comune marchigiano colpito ieri dalla tempesta.

Anche in provincia di Pesaro-Urbino, il maltempo ha interessato soprattutto il litorale: nella citta’ capoluogo si sono registrati anche diversi black-out elettrici e alcune auto sono state pesantemente danneggiate dalla violenza del vento e dalla grandine. Paura nell’Ascolano: i turisti sulle spiagge di San Benedetto del Tronto e Grottammare, hanno visto volare ombrelloni e lettini. Il maltempo non sta risparmiando la Romagna con trombe d’aria e grandine, come avvenuto questa mattina a Milano Marittima. Decine di pini secolari sono crollati bloccando il traffico in quasi tutta la cittadina e danneggiando o distruggendo decine di auto in sosta. Vento e grandine anche sulla costa abruzzese. Quanto all’agricoltura, gia’ pesantemente danneggiata poco piu’ di un mese fa, trova nuovi spunti di crisi per le coltivazioni di pomodoro e mais nel piacentino, cereali nel bolognese pesche e nettarine in Romagna. A Loiano, in provincia di Bologna – spiega la Coldiretti regionale – i danni maggiori li hanno subiti i cereali non ancora trebbiati, mentre nel cesenate i frutteti sono stati bersagliati da chicchi di grandine grandi come uova.

Ma anche oggi imperversa il maltempo. Da Rimini a Pescara passando per Ancona, la temperatura è ferma a +19°C in pieno giorno. A Senigallia soltanto stamattina sono caduti ben 80mm di pioggia.

Per approfondire: Meteoweb.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome

11 + 6 =