Home Gli Speciali 7 sintomi che annunciano l’arrivo di un ictus che tutti dovrebbero conoscere

7 sintomi che annunciano l’arrivo di un ictus che tutti dovrebbero conoscere

4671
0
ictus

In Italia l’ictus cerebrale è la terza causa di morte e purtroppo la prima in assoluto per disabilità permanente, tanto da non essere più autonomi, solo in rari casi è transitoria e si può assistere ad un recupero parziale.

Si tratta di un danno cerebrale più o meno grave, che si verifica in seguito alla chiusura o rottura di un vaso cerebrale, la conseguenza è la mancanza di passaggio di sangue e di afflusso di ossigeno alle cellule cerebrali.

In questi casi la tempestività del trattamento farmacologico al fine di ristabilire il prima possibile il normale flusso è di vitale importanza.

Ictus: le cause

Le cause possono essere varie come il distacco di un embolo dalle placche di aterosclerosi che si sono formate all’interno del collo, o del cuore o nei piccoli vasi cerebrali.

Questo evento può colpire all’improvviso senza alcun sintomo premonitore ed in assenza di dolore, nei soggetti particolarmente predisposti l’ictus può essere preceduto da attacchi ischemici transitori.

Vi sono tuttavia alcuni sintomi che non vanno assolutamente sottovalutati, specie se la loro comparsa si mostra improvvisa e prepotente, saper prevenire o per lo meno arginarne i danni con interventi immediati e mirati equivale ridurre l’entità dell’invalidità ed in molti casi la morte.

La sintomatologia

I sintomi dell’ictus possono essere vari a seconda della parte del cervello che viene colpita, in quanto le differenti parti dell’encefalo controllano diverse parti del corpo.

La sintomatologia tipica è quella dell’intorpidimento o una paresi dei muscoli facciali, una parte della bocca potrebbe abbassarsi, può interessare solo un lato del corpo o entrambi.

Difficoltà motorie: il paziente inizia all’improvviso a soffrire di vertigini, a perdere l’equilibrio e la coordinazione quando sta in piedi, il suo modo di camminare appare incerto, i passi sono rallentati e procede incespicando.

Il soggetto ha una evidente difficoltà nel capire ciò che viene detto dalle persone che gli stanno intorno, è confuso e quando cerca di esprimersi riesce a parlare farfugliando ed in maniera ingarbugliata, senza alcun nesso logico, a volte manifesta chiari segni di afasia o di mutismo.

Altro sintomo importante è l’incapacità di mettere a fuoco le persone o gli oggetti che lo circondano, la vista è annebbiata o offuscata da uno o da entrambi gli occhi.

Un forte ed improvviso mal di testa, o una cefalea pulsante alle tempie accompagnato da vomito, nausea e perdita di conoscenza con respiro irregolare, dovuto all’aumentata pressione intracranica, può essere un segnale premonitore che preannuncia l’arrivo di un ictus.

Mai sottovalutare un episodio transitorio di TIA dovuto ad un blocco temporaneo delle arterie del cervello.

Ed infine può verificarsi una perdita improvvisa delle forze e della sensibilità degli arti sia superiori che inferiori, in maniera unilaterale o bilaterale.

Leggete anche:

Per ricevere in anteprima tutte le nostre notizie, iscriviti subito alla nostra newsletter e seguici su facebook!!!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome

undici + dieci =